Obiettivi e Strategie del Progetto

Gli obiettivi del partenariato sono le seguenti:

  1. Per supportare gli insegnanti nel praticare metodi di insegnamento e di migliorare la loro qualità di insegnamento; quindi di migliorare la professionalità dell’istruzione della permacultura in tutta Europa.
  2. Per scambiare i diversi formati del corso ed i curricula/programmi.
  3. Per imparare dall’esperienza di altre organizzazioni e per sostenere reciprocamente le organizzazioni giovani per formare forti reti nazionali e di creare o migliorare i loro processi educativi, sistemi e strutture.
  4. Per consentire agli insegnanti di visitare i progetti di permacultura e vedere soluzioni pratiche in altri paesi e le condizioni climatiche che possono condividere con i loro coetanei e studenti a casa.
  5. Per promuovere gli scambi culturali, la diversità e l’inclusione all’interno della rete permacultura e per scambiare informazioni su come ampliare la partecipazione alla formazione permacultura.
  6. Per creare un manuale dell’insegnante con metodi e programmi di studio, un pdf-brochure sulle strutture organizzative, un opuscolo sulle migliori pratiche e un sito web che visualizza i risultati.
  7. Per formare una rete di insegnanti europei.

I problemi che intendiamo affrontare sono:

  • la necessità di sviluppare le competenze e la pratica professionale di alcuni docenti;
  • la mancanza di capacità organizzativa;
  • la mancanza di diversità etnica, sociale ed economica delle persone coinvolte nell’istruzione degli permacultura in tutta Europa
  • il relativo isolamento in cui alcuni insegnanti operano in permacultura, e
  • la mancanza di informazioni pubblicate sui metodi d’insegnamento e pedagogia in materia di istruzione in permacultura in varie lingue europee (diversa dall’inglese)

L’approccio prenderemo è il seguente:

  1. Creazione di spazio formale e informale per conoscere l’un l’altro (“chi fa che cosa, dove e come”) per rafforzare le reti tra i partner e con le reti locali / nazionali per creare reti di supporto  sostenibili.
  2. Condivisione / scambio di metodi e pedagogia, corsi di perfezionamento e di condivisione delle competenze e la condivisione e l’applicazione di metodi di valutazione
  • curricula/programmi e formati dei corsi, comprese le discussioni
  • strutture organizzative, i processi e le procedure
  • buone pratiche ed esempi pratici
  • esperienze in contesti diversi / con pubblico differente; discussione sui gruppi  difficili da raggiungere e la loro inclusione
  • osservare gli esempi che funzionano in altre aree.
  1. documentare fasi delle riunioni di mobilità per coloro che non possono partecipare, e la produzione di materiale per il contenuto rivolto ad una più ampia circolazione.

Lascia un commento